Currently reading

Quando cala il buio
Massimiliano Bellezza
La saga di Terramare: Il mago-Le tombe di Atuan-Il signore dei draghi-L'isola del drago-I venti di Terramare-Leggende di Terramare
Ursula K. Le Guin
Touched
Elisa S. Amore

Muses

Muses - Francesco Falconi Mi spiace dover distruggere “un mito” ma io forse sono una delle rarissime persone che hanno apprezzato poco Muses.
Francesco Falconi è uno scrittore bravo, nulla da ridire. A parere mio, è riuscito a rievocare immagini di luoghi che io non ho visto e ha avuto una fantasia decisamente geniale per quanto riguarda la Trama del libro.
Siamo ormai abituati a vedere personaggi sempre buoni, con un cuore gonfio di amore, Protagonisti all’orlo del diabete, che spesso devono essere salvati come Gentil Donzelle, dove l’uomo fa l’uomo duro e puro e la donna…. Beh, sta lì a guardare, facendosi mille viaggi mentali.
In questo libro (fortunatamente non è l’unico), la protagonista – Alice – è l’esatto opposto… Forse anche troppo.
Alice è una giovane ragazza che ha passato un’infanzia difficile, con una famiglia brutale e apatica e una vita sentimentale priva di affetto e alimentata dalla paura e la solitudine. Tra tutti i suoi problemi, l’unica cosa che gli dava conforto, era l’Angelo Oscuro, una presenza che si faceva viva solo quando le cose si mettevano male… ma chi era? Solo a metà libro lo scopriremo.
Fino ad allora, mi sono dovuta confrontare con un personaggio a dir poco particolare. Alice è una di quelle persone che prenderei a schiaffi se me la trovassi davanti, non tanto perché io mi diverta (no beh, un po’ si XD) ma per il fatto che io i prepotenti acidi non li tollero.
Creare un personaggio scontroso è giusto, soprattutto se è il protagonista, dato che, come dicevo prima, questo fattore è diventato ormai raro. Questo però non vuol dire che si deve per forza esagerare. Falconi a parere mio, ha forzato troppo questa parte, creando così un personaggio poco veritiero e situazioni al limite dell’allucinante. In quasi tutto il libro, Lei era quella dalle risposte fredde, sgarbate, fuggiva, non si fidava, era vittima di tutto…. Una gran confusione. Solo alla fine l’ho rivalutata, e chi ha già letto il libro, mi odierà un po’ per questo. Il finale (decisamente imprevedibile) è stata la cosa che più ho gradito, anche se qualche dubbio mi è venuto. Se già sapeva cosa sarebbe successo, perché non ha fatto nulla per cambiarlo? Questo fattore (unito al passaggio dei poteri), mi ha messo curiosità per il seguito, che attenderò con semi trepidazione.
Passiamo in sé alla storia. Mi è piaciuta, anche se è abbastanza strana. Non si spendono certo troppi particolari ma nel complesso è tutto abbastanza chiaro. L’idea c’è, adesso vediamo come la porterà avanti… Sono un pò diffidente, lo ammetto, ho faticato comunque a leggerlo perchè per quanto fosse interessante l'idea, in certi punti la noia aveva il sopravvento. Continuare a raccontare una storia comunque complessa come questa, si rischia di creare solo una grande confusione... Bah, sperem